Primo bilancio stagionale per l’HCC: buoni risultati sul ghiaccio, ma non mancano le difficoltà

Le parole del presidente Claudio Galfetti

Conclusi gli impegni sul ghiaccio, aperte le iscrizioni per il tradizionale campo estivo di Lenzerheide ed in attesa della prossima assemblea societaria, che si terrà l’11 giugno, per l’HC Chiasso è arrivato il momento per tracciare un primo bilancio della stagione appena conclusa. Lo abbiamo fatto con il presidente Claudio Galfetti al quale, innanzitutto, abbiamo chiesto di commentare quanto accaduto sul ghiaccio fin dallo scorso mese di agosto. «La stagione 2018/2019 può essere considerata positiva a livello sportivo – ci sottolinea il presidente -. Infatti gli obiettivi stagionali sono stati raggiunti da tutte le categorie salvo i Novizi. Questa nostra compagine proprio all’ultima giornata ha perso la qualifica Top, campionato veramente impegnativo cosa che del resto ci aspettavamo, ma potrebbe essere ricollocata in questa divisione qualora qualche squadra decidesse di rinunciare e mantenere la categoria A. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane. In ogni caso tutto il settore giovanile, ben diretto dall’inesauribile Stefano Battistini, nel complesso ha compiuto ulteriori progressi a livello sportivo sia generale di squadra. Ottimo è stato anche il comportamento dell’HC Chiasso nel campionato di II Divisione dove sono stati raggiunti i play-off. Ecco, al termine di questa stagione, però, non sono state riconfermate le posizioni di allenatore, assistente allenatore e direttore sportivo della seconda divisione. Il comitato è dunque alla ricerca di candidati per subentrare nelle suddette posizioni».

Per l’HC Chiasso, però, lo sguardo è già rivolto al prossimo anno?

«Certamente, infatti la ripresa degli allenamenti per tutte le categoria è fissata per il prossimo lunedì 6 maggio al che chiedo a tutti gli interessati di seguire le informazioni che pubblicheremo sul nostro sito societario www.hc-chiasso.ch»

 Come giudichi il risultato dei TIG 2019?

 «I tornei, da sempre nostro fiore all’occhiello, sono andati complessivamente bene a livello sportivo. Non nascondo che abbiamo incontrato alcune difficoltà nella gestione a livello arbitrale del torneo Moskito in seguito alla nuova  formula voluta dalla Federazione che prevede la divisione della pista in due mezzi campi lunghi il che si traduce sì in un gioco su campo verticale molto più veloce ma allo stesso tempo determina un minor spazio di movimento e quindi una maggiore difficoltà nel seguire i contatti tra giocatori o le situazioni di fuorigioco. Mi spiace dover affermare che il TIG ha assistito ad un ulteriore calo di pubblico sugli spalti il che ha influito anche sulla presenza di persone al capannone. Certamente andranno valutate nuove azioni da intraprendere per la prossima edizione al fine di poter contare su una maggiore affluenza in pista. Ma di questo, così come di tanti altri argomenti, ci sarà spazio per discuterne nella prossima assemblea del club».

Assemblea che si svolgerà, come accennato, l’11 giugno prossimo a partire dalle ore 20:00 presso il capannone della pista dell’HC Chiasso. (Luigi Clerici)

   
 

 

© 2019 Hockey Club Chiasso