IL PRIMO DERBY STAGIONALE VA AL BELLINZONA

Sono venuti in molti a seguire il debutto casalingo del Chiasso di Marco Allevato. Amici, curiosi, famiglie, ragazzi del settore giovanile e tifosi avversari. Si perché anche in Seconda lega il derby è passione e agonismo, rivalità e amicizia in un mondo, quello piccolo dell’hockey ticinese dove tutti conoscono tutti e dove l’avversario di oggi è stato con te in spogliatoio ieri o l’altro ieri.

Il Chiasso ha messo sul ghiaccio qualità e difetti in egual misura. Alla fine, purtroppo, i difetti hanno avuto la meglio sulle qualità ed i tre punti hanno varcato il Ceneri. Il primo tempo ha visto la squadra di casa pagare a caro prezzo le proprie ingenuità. Penalità minori che hanno spianato la strada ad un Bellinzona capace di sfruttare al meglio i dischi persi dai rossoblù per andare a battere per tre volte un comunque ottimo Daniele Pestoni tra i pali.

Il secondo tempo ha visto la squadra di Marco Allevato aumentare il ritmo e mettere pressione sulla gabbia avversaria. Il cambio di atteggiamento ha da subito portato i frutti sperati. Andrea Gaeta ha aperto lo score in ottica chiassese, subito imitato da Capitan Carlo Fibioli (nella foto)  che ha riportato i padroni di casa ad una sola lunghezza dagli ospiti. Galvanizzato il Chiasso è andato più volte vicino al pareggio, negato solo dall’imprecisione e dalla bravura dell’estremo difensore ospite. Trovato in contropiede il 4-2, il Bellinzona è stato poi ancora graziato, con in particolare Alessandro Laurenzano vicinissimo al terzo gol.

Nel terzo periodo la maggiore freschezza fisica degli ospiti ha fatto la differenza. Il Chiasso non ha sfruttato un lungo power-play e, demoralizzato ed in debito d’ossigeno ha poi mollato la presa nel finale. Le due sconfitte di inizio stagione non devono demoralizzare, la base su cui costruire c’è e sarà importante sfruttarla nelle prossime settimane.

Per quanto riguarda il settore giovanile, primo impegno per i giovanissimi della U13 Top che sono stati superati in casa dall’Innerschwyz. Le tre  reti dei rossoblù protano la firma di Alexander Wyss, Tommaso Grillo e Mattia Andresini. Seconda trasferta e prima sconfitta per la Under 15, battuta dallo Zugo con il punteggio di 5-1. A lungo in partita i giovani di Mauro Grisi hanno ceduto solo nel finale. La rete del Chiasso, quella del provvisorio 1-2, è stata siglata da Samuel Speranza. Prima partita anche per la U20 che sul ghiaccio di casa è stata superata per 6-2 dall’Olten. Privi di molti elementi e con alcuni Under 17 promossi giocoforza per l’occasione, i chiassesi hanno replicato proprio con Davide Summerer, classe 2005, al vantaggio ospite. Nella nebbia del sotto Penz, il Chiasso si pian piano perso col passare dei minuti. Il secondo punto firmato da Maximilian Di Gioia ad inizio terzo periodo non è servito ad inscenare la rimonta.

Da domani si torna in pista. Prima Squadra ancora in casa alle 18.00 a caccia dei primi punti contro il Wallisellen. La U20 sarà di scena invece a Zugo domenica mattina, mentre debutterà la U17 che a Chiasso sfiderà a mezzogiorno di sabatao i GdT Bellinzona. Alla stessa ora e sullo stesso ghiaccio, quello di casa, ma domenica, toccherà alla U15 incrociare i bastoni con l’Innerschwyz.

   

© 2019 Hockey Club Chiasso